Malattie cardiovascolari: olio di oliva e noci ci salvano la vita!

 

L’alimentazione è indubbiamente un grande fattore che governa la nostra salute. La stessa composizione del nostro corpo dipende da ciò che mangiamo.

Non solo, oggi sappiamo che anche i microbi presenti nel nostro intestino – il cosiddetto microbioma – dipendono dall’alimentazione e incidono direttamente su molti organi, incluso il cervello.

Il prestigioso New England Journal of Medicine del 21 giugno riporta alcune interessanti novità dalla Spagna. 7.447 persone d’età compresa fra i 55 e 80 anni, comprendenti il 57 per cento di femmine, sono state divise in tre gruppi sottoposti a uno di tre tipi di alimentazione: una dieta mediterranea supplementata da olio d’oliva extravergine (almeno 4 cucchiai da tavola al giorno); una dieta mediterranea con aggiunta di noci o altra frutta secca (almeno 30 grammi al giorno) e una dieta normale con la raccomandazione di non eccedere nei grassi.

I partecipanti allo studio erano stati selezionati per avere un alto rischio di malattie cardiovascolari, ma non avevano avuto in precedenza tali malattie.

Al termine dello studio, durato anni, si è proceduto alla valutazione dei risultati escludendo circa 1.500 partecipanti che erano sospettati di non aver seguito in modo adeguato la dieta prescritta. I risultati sono di notevole interesse e riguardano la somma di infarto cardiaco, ictus cerebrale e mortalità cardiovascolare registrati nei vari gruppi.

  • Su mille persone trattate con l’olio d’oliva extravergine la somma sopra descritta di eventi negativi è stata dell’8,1 per cento; nei trattati con noci e frutta secca è stata dell’8 per cento e nei trattati con la dieta normale dell’11,20 per cento. La mortalità totale per altre cause non cardiovascolari non era cambiata, dato che la mortalità cardiovascolare rappresentava solo un quarto degli eventi considerati.

In totale quindi si può ritenere che la dieta mediterranea supplementata con olio d’oliva o con noci rappresenti una forma di prevenzione primaria efficace perché riduce l’incidenza di malattie cardiovascolari di circa il 30 per cento rispetto a una dieta che rispetti la caratteristica di ridurre il tasso di grassi.

La Spagna è una delle principali produttrici di olio d’oliva con 1,2 milioni di tonnellate, una produzione circa tre volte superiore a quella italiana. Sarebbe certamente interessante riprodurre questi dati con l’eccellente olio d’oliva extravergine italiano. Perché i nostri produttori di olio non accettano la sfida lanciata dai loro colleghi spagnoli?

  • Nota: ogni giorno sono consigliati almeno 4 cucchiai da tavola di extravergine con aggiunta di noci o altra frutta secca (almeno 30 grammi) con la raccomandazione di non eccedere nei grassi.

 

Fonte: un articolo del professor Silvio Garattini, presidente Istituto di ricerche farmacologiche ““, Milano  – tratto da CO, novembre 2018


€59,90 (4,5/5 stelle su 50 recensioni)

Be Sociable, Share!

Vibratore & CO

Lascia un commento

Privacy & Cookies Policy